Rimini Porto Sicuro

Mare, musica e danza sono stati l’essenza di “Rimini Porto Sicuro”, la manifestazione che si è svolta ieri, giovedì 20 giugno, organizzata dal Comune di Rimini e dall’Associazione Arcobaleno in occasione della “Giornata Internazionale del Rifugiato” indetta dalle Nazioni Unite per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo Statuto dei Rifugiati.

Dal pomeriggio fino a tarda sera Rimini Porto Sicuro ha proposto un ricco programma: apertura con il Collettivo Movimento Centrale Danza & Teatro per mettere in scena Fratelli d’Italia, flash mob con la regia di Claudio Gasparotto sulla musica eseguita dal vivo dall’Einstein Youth OrcheStar e dalla Banda Giovanile Città di Rimini diretta da Davide Tura.

Subito dopo sul palco il concerto di importanti artisti italiani: i Modena City Ramblers, Pierpaolo Capovilla, Paolo Benvegnù e Nicholas Ciuferri che hanno dato vita al progetto “I racconti delle nebbie”, O Zulù, frontman dei 99 Posse, i Punkreas e Giulio Casale.

Hanno chiuso il programma i La Crus e i Marlene Kuntz. Tutti assieme a Rimini Porto Sicuro, uniti, per affrontare con l’arte e le canzoni uno dei temi salienti del nostro tempo: il viaggio dei migranti.

Rimini Porto Sicuro

by Giulia Zhang time to read: 1 min
Torna su