Rimini Porto Sicuro: un evento per la Giornata Internazionale del Rifugiato

Rimini, giovedì 20 giugno 2019 — Mare, musica e danza sono stati l’essenza di “Rimini Porto Sicuro”, la manifestazione — organizzata dal Comune di Rimini con dall’Associazione Arcobaleno e a cui Ayzoh! ha fornito la copertura fotografica — che nasce in occasione della “Giornata Internazionale del Rifugiato”, indetta dalle Nazioni Unite per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo Statuto dei Rifugiati.

E’ stata una grande festa popolare che si è aperta con il Collettivo Movimento Centrale Danza & Teatro che ha messo in scena in scena Fratelli d’Italia, flash mob creato da Claudio Gasparotto sulla musica eseguita dal vivo dall’Einstein Youth OrcheStar e dalla Banda Giovanile Città di Rimini con la direzione di Davide Tura, in collaborazione con Andrea Brugnettini.

Subito dopo sul palco il concerto di importanti artisti italiani: i Modena City Ramblers, Pierpaolo Capovilla, Paolo Benvegnù e Nicholas Ciuferri che hanno dato vita al progetto “I racconti delle nebbie”, O Zulù, frontman dei 99 Posse, i Punkreas e Giulio Casale. Hanno chiuso il programma i La Crus e i Marlene Kuntz. Tutti assieme a Rimini Porto Sicuro, uniti, per affrontare con l’arte e le canzoni uno dei temi salienti del nostro tempo: il viaggio dei migranti.

Pin It on Pinterest

Torna su