Giornata Internazionale della Danza 2019

Fotografie di Claudio Maria Lerario

Nell’ambito della nostra ricerca sul senso di comunità la Giornata Internazionale della Danza — promossa, il 29 aprile diogni anno, dall’International Dance Council dell’UNESCO — è uno degli eventi a cui dedichiamo più attenzione.

Quest’anno abbiamo seguito l’evento di Rimini — messo in scena dal collettivo Movimento Centrale – Danza & Teatro — in Piazza Cavour, nel cuore della città. Come ogni anno, da una foto scattata durante l’evento, è nato un manifesto celebrativo creato per l’UNESCO.

Ogni uomo è un danzatore

Questo ha detto Rudolf Laban. Dunque, anche quest’anno, nella piazza Cavour, il cuore di Rimini, abbiamo composto una danza di umanità per esprimere il linguaggio di tutti i corpi, gli uni accanto agli altri.

L’età anagrafica, l’etnia, il sesso, l’abilità o il virtuosismo non sono determinanti, la danza essenzialmente è una scrittura creativa, una forma di poesia, che vive dentro ciascuno di noi, anche se alcuni preferiscono ballare per sé.

Noi, per celebrare questa speciale giornata, abbiamo danzato per sentirci vivi e per la Città, perché la danza è l’unico linguaggio che si possa scrivere e parlare, in questo mondo, senza creare conflitti.

Nel corso dell’anno studiamo danza, facciamo prove e performance quasi sempre all’interno di edifici. Per la Giornata dedicata alla danza abbiamo fatto la differenza, sfidando le previsioni del meteo che annunciavano precipitazioni, danzando all’aperto.

E invece anche il cielo sopra di noi, con le sue nuvole cariche di pioggia, è rimasto a guardare la bellezza del movimento di corpi senza vanità e la gioia dipinta sui volti dei performer.

Sicuramente la nostra danza ha rallegrato i cuori degli amici e dei passanti radunati intorno a noi… alla fine hanno danzato tutti e solo quando il flash mob si è concluso la pioggia è scesa sulla piazza!

Claudio Gasparotto
Movimento Centrale – Danza & Teatro

Archivio del blog